ASSIDIM è partner del progetto “Youth in Action for Sustainable Development Goals 2030”.

Si tratta del concorso, promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Il concorso, alla sua terza edizione, è rivolto a giovani under 30, premierà i migliori progetti che sappiano coniugare la crescita economica con la tutela dell’ambiente e il rispetto dei principi di equità sociale.

Sul tema della sostenibilità le aziende si dichiarano molto sensibili ma poi nei fatti un po’ latitano.

La sostenibilità viene infatti da alcuni confusa con la responsabilità sociale d’impresa o con la finanza responsabile.

Riguarda invece specificamente quei fenomeni climatici, sociali, economici, sanitari che vanno oltre i confini delle nazioni, le idee di una impresa o le aspirazioni individuali.

È ormai noto alle collettività globali che le soluzioni derivino da altrettante strategie globali.

Non spetta a una banca, a un fondo d’investimento, a un’azienda decidere cosa debba essere considerato sostenibile per il Pianeta e le future generazioni.

Ma le aziende devono scommettere sulla sostenibilità dal momento che essa può e anzi deve rappresentare una leva strategica per (ri)orientare il proprio business.

L’appello della giovanissima Greta Thunberg ha avuto un’eco molto significativa: manifestazioni imponenti in 122 paesi di tutto il mondo e milioni di studenti in piazza.

È sulla sostenibilità che si gioca la partita più importante per il futuro del pianeta.

ASSIDIM ne è consapevole e per questo partecipa con grande convinzione al progetto della Fondazione Accenture.

Per approfondire l’argomento ti invitiamo a visitare la pagina del progetto Youth in Action »