#Sostenibilità: parola non molto conosciuta sino a pochi anni fa, oggi diventata di stringente attualità.

Tutti, particolarmente le generazioni più giovani, si sono resi conto che le risorse e bellezze considerate inesauribili non sono invero tali, specie quando il comportamento umano non fa altro che sfruttarle e danneggiarle. Il momento per impegnarsi a preservarle e rispettarle è arrivato.

E se lo stesso concetto lo applicassimo alla Salute?

È un bene altrettanto prezioso che spesso non viene riconosciuto e rispettato quando c’è.

Alcuni nostri comportamenti come fumare, essere sedentari, avere un’alimentazione non corretta, abusare di sostanze, ecc…, contribuiscono sensibilmente a ridurla.

Pertanto, il concetto di sostenibilità può essere assolutamente applicato anche in questo campo: fare oggi azioni (favorire uno Stile di vita corretto) per preservare un bene prezioso (la Salute) che altrimenti un domani potrebbe non essere più presente.

Agire quando si è in tempo, ecco cosa occorre fare.

Prevenzione significa, infatti, non solo fare esami per scoprire eventuali iniziali patologie o condizioni che influiscono negativamente sulla salute, ma soprattutto “fare azioni” migliorando il proprio stile di vita per eliminare/ridurre tutto ciò che potrebbe far peggiorare il nostro stato di salute.

Inoltre, seguire un’alimentazione corretta, praticare attività fisica, non fumare, saper gestire lo stress, non abusare di sostanze, ecc… rappresentano non solo un mezzo per garantire benefici al singolo individuo ma anche per il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e la collettività, in termini di impatto significativo su quantità e qualità della vita delle persone e di risparmio di risorse economiche per il SSN altrimenti necessarie per la gestione delle acuzie, post – acuzie e presa in carico di tutte le patologie conseguenti alla mancata o scarsa prevenzione.